22 Mag. 2022 | 14:00
Meteo: giugno, già dal ponte della repubblica può esserci una svolta inattesa; gli ultimi aggiornamenti

Ultima tendenza per il ponte del 2 Giugno

Ultima tendenza per il ponte del 2 Giugno
Un'altra fase climatica prettamente estiva e calda, simile a quella che stiamo vivendo, potrebbe tenerci compagnia anche in avvio del prossimo mese di Giugno, comprendendo dunque anche la Festa della Repubblica.

Sole e caldo per tutti quindi? Non esattamente: secondo gli ultimi aggiornamenti dei principali modelli meteo emerge una svolta inattesa nella quale l'Italia rischia di trovarsi in qualche modo divisa, proprio nel mezzo del campo di battaglia tra l'anticiclone africano e un fronte freddo in discesa dal Nord Europa (Scandinavia) in grado di scatenare forti temporali su alcune delle nostre regioni.

Analizzando il quadro sinottico emerge come l'alta pressione africana potrebbe tornare a farci visita già in avvio di Giugno. Vista l'origine sub-tropicale delle masse d'aria (interno del Deserto del Sahara), oltre al tanto sole, ci aspettiamo una nuova impennata delle temperature con valori ben oltre le medie climatiche: ciò si tradurrà, verosimilmente, in vere e proprie fiammate di calore specie al Centro Sud e sulle due Isole Maggiori, con i termometri pronti a schizzare diffusamente oltre i 35°C.

Attenzione però: lo scudo anticiclonico potrebbe non riuscire a difendere tutto il nostro Paese, lasciando maggiormente scoperte le nostre regioni settentrionali. Masse d'aria fredde ed instabili in discesa dal Nord Europa potrebbero infatti riuscire a infiltrarsi destabilizzando l'atmosfera sui settori nord-occidentali (Piemonte, Lombardia, Valle d'Aosta) provocando forti temporali proprio a cavallo del ponte del 2 Giugno, festa della Repubblica. Capita spesso che dopo un'ondata di caldo, al primo ingresso freddo in quota i moti convettivi (aria calda che sale) vengano particolarmente esaltati, provocando la genesi di temporali violenti, con elevato rischio di grandinate.

Dando uno sguardo alla tendenza per il resto del mese di Giugno possiamo già dirvi che molto probabilmente le successive settimane proseguiranno all'insegna del gran caldo; le temperature sono attese oltre la media climatica, con scostamenti rispetto ai valori di riferimento addirittura di +3°C su buona parte dell'Europa centro occidentale, Italia compresa. La causa va ricercata nella particolare disposizione delle zone di alta e bassa pressione: molto probabilmente dovremo ancora fare i conti con il temibile anticiclone africano.

Come ricordiamo sempre le tendenze sul lungo periodo servono a fornire un'idea generale e sommaria di precipitazioni e temperature su vasta scala e non vanno dunque intese come le classiche previsioni del tempo, utili per pianificare eventi della propria vita quotidiana. Tuttavia, grazie al progresso scientifico, le tendenze stagionali sono oggi diventate un valido strumento di prognosi scientifica, con decisivi contributi nella valutazione climatica a più lunga scadenza.




Torna alla home notizie

Previsioni meteo a cura di

News Meteo


Modifica consenso Cookie