22 Mag. 2022 | 08:51
Bonus bollette, adesso può essere retroattivo; gli esperti spiegano i requisiti per ottenerlo

Il Bonus adesso può essere retroattivo

Il Bonus adesso può essere retroattivo
Il decreto aiuti, tra le misure di contrasto al caro energia, sono state inserite delle modifiche al bonus bollette allargando la platea dei beneficiari e rendendolo retroattivo per colori i quali ne avranno diritto secondo i nuovi criteri. E' stata poi fatta una proroga di altri tre mesi per dare un po’ di ossigeno ai consumatori italiani che stanno già risentendo del rincaro dei prezzi di beni e servizi.

Ricordiamo che il BONUS BOLLETTE, come spiega Il Giornale, è uno sconto sulla bolletta che è stato previsto dal Governo e reso operativo dall'Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) al fine di assicurare, per le famiglie in condizione di disagio economico e fisico, un risparmio sulla spesa in fattura dell’energia. Precedentemente al decreto energia, potevano accedere al bonus sociale tutti i cittadini con Isee non superiore agli 8.265 euro, tetto innalzato, negli scorsi messi con il Decreto Energia, facendo passare il valore fino a 12mila euro. Inoltre, per le famiglie più numerose (con almeno 4 figli a carico) il tetto passa a 20mila euro.

Come richiedere il bonus anche in modo retroattivo? Il riconoscimento del bonus bollette è automatico; una volta richiesto l’Isee l'ARERA, sulla base dei dati condivisi dall'Inps e alla composizione del nucleo familiare fa partire il riconoscimento dello sconto in bolletta.

Non è necessario, dunque, presentare un'apposita domanda al proprio Comune e la stessa cosa vale nel caso in cui si possa accedere in modo retroattivo. Nei fatti, se un nucleo famigliareha un ISEE inferiore a 12mila euro, lo sconto sarà riconosciuto da gennaio scorso e, dunque, si otterrà un rimborso tramite le bollette dei mesi successivi.




Torna alla home notizie

Previsioni meteo a cura di

News Meteo


Modifica consenso Cookie