3 Feb. 2023 | 22:30
La Russia rischia il colpo di Stato: c'è una dichiarazione shock dell'ex consigliere di Putin, aggiornamenti
Vladimir Putin
Vladimir Putin
Tra un anno, quando il protrarsi della Guerra in Ucraina avrà portato ad un numero ancora maggiore di morti, l'economia della Russia sarà al tracollo ed il presidente Vladimir Putin potrebbe vedersi costretto ad innescare un colpo di stato. Sono veramente forti le parole di Abbas Gallyamov, l'ex portavoce del presidente russo Vladimir Putin, rilasciate durante un'intervista alla Cnn.
"L'economia russa sta peggiorando. La guerra è persa. Ci sono sempre più cadaveri che tornano in Russia, quindi i russi incontreranno maggiori difficoltà e cercheranno di trovare una spiegazione del perché tutto questo sta accadendo. Si risponderanno da soli: Beh, questo è perché il nostro paese è governato da un vecchio tiranno, un vecchio dittatore", ha detto Gallyamov riferendosi a Putin.

Secondo l'analista, ''tempo un anno, un colpo di stato diventa una possibilità reale perché c'è un presidente impopolare davvero odiato a capo del paese e la guerra è davvero impopolare, e hanno bisogno di spargere sangue per questo''.

Come riportato su SkyTg24, non si esclude inoltre la possibilità che Putin annulli le elezioni presidenziali previste per il marzo del prossimo anno. ''A giudicare dalle sue azioni, potrebbe davvero annullare le elezioni. Senza vittoria sull'Ucraina, dovrà affrontare i russi in difficoltà. I russi non hanno bisogno di lui se non è forte. Potrebbe davvero dichiarare la legge marziale e annullare le elezioni", ha detto Gallyamov.


Torna alla home notizie

Previsioni meteo a cura di

News Meteo


Modifica consenso Cookie