Scegli la città

Meteorologi, problema non sono piogge, è il territorio

Fenomeni cambiati poco o nulla, rivi e terreni cementificati

(di Stefano Secondino)

ROMA - I nubifragi in Italia sono aumentati poco o nulla negli ultimi trent'anni, sia come numero che come intensità. Il territorio però è più popolato e cementificato, e quindi i danni delle piogge eccezionali sono maggiori. Inoltre, i media ci danno molte più informazioni che in passato, e fanno sembrare più grandi gli eventi. "Non c'è stato negli ultimi 35 anni un aumento della frequenza dei fenomeni atmosferici devastanti sull'Italia - sostiene Luciano Capeccioni di Meteoreport.it -. I nostri dati statistici non indicano sostanziali variazioni nel numero degli eventi come quello di Livorno.

Sono fenomeni che sono sempre avvenuti. La differenza è che in passato il territorio era meno antropizzato e cementificato e i danni delle alluvioni erano meno gravi. Inoltre oggi le informazioni girano molto di più, quindi abbiamo più notizie e i fenomeni ci sembrano più grandi". Più prudente Marina Baldi, climatologa del Cnr. "L'intensità delle piogge non è cambiata di molto negli ultimi 15 anni - commenta -. Il numero degli eventi pare leggermente aumentato, ma non abbiamo ancora dati definitivi. Il territorio però è sempre più vulnerabile. Terreni agricoli sono stati urbanizzati, la pressione demografica è aumentata. Così il pericolo è molto maggiore".

Per Baldi "occorre sviluppare una cultura del rischio, nella popolazione e nelle istituzioni". Al ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, che oggi a Livorno ha lamentato che in Italia la meteorologia è spezzettata fra le Regioni, Baldi risponde: "E' vero, ma non è che i centro meteo regionali sono isolati. Si parlano fra di loro, c'è sinergia". Domani il maltempo dovrebbe dare una tregua all'Italia, con tempo bello e piogge solo al Nordest e Lombardia orientale. Mercoledì sole, poi giovedì un deciso peggioramento, soprattutto su Nord e Toscana. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Altre notizie







Previsioni a cura di 3BMETEO

Bollettino neve

località più innevateneve al suolo
(min/max cm)
impianti
(aperti/totali)
Breuil-Cervinia10/1503/15
Passo del Tonale30/1003/28
Santa Caterina Valfurva20/600/9
Canazei10/550/0
Bardonecchia0/500/23
Livigno21/483/31
Bormio0/450/36
San Martino di Castrozza20/403/23
Bollettino neve completo

Estremi Meteo