Scegli la città

Anche il Mediterraneo ha i suoi cicloni: i Medicanes. Didattica

Sul Mediterraneo a volte è possibile notare dei vortici molto intensi che hanno delle sembianze di uragani tropicali con una nuvolosità “spiraleggiante” e addirittura la presenza di un classico occhio.
Questi fenomeni, oggi ancora in fase di analisi e studio, sono definiti “Medicanes” (Mediterranean+Hurricane), caratterizzati da venti molto forti, intense precipitazioni e dalla presenza di un cuore caldo al loro interno.
Essi comunque non raggiungono la forza e la dimensione degli uragani tropicali ma la loro rassomiglianza nella forma ha dell'incredibile.
Da quando sono disponibili le osservazioni satellitari, molti sono i casi documentati.
Ricordiamo in Italia: Callisto (1983), Celeno (1995),Cornelia (1996) Zeo (2005), Vega (2014), Numa (2017) I Medicanes, sembrano evolvere proprio come i normali uragani e traggono in parte energia da parte del mare caldo.
In effetti, da un punto di vista fisico, sono veri e propri uragani.
Quello che cambia è la loro genesi.
  Tali vortici si formano in genere con l'inserimento sui mari meridionali di un vortice in quota.
Una volta che il vortice al suolo si forma aumenta il processo di estrazione dei flussi energetici marini a causa del rinforzo dei venti, richiamati nel centro depressionario.
Costituitosi il vortice, l'energia principale a questo punto deriva proprio dal flusso di calore e di umidità fornito dal mare.
Evolvono infatti sulla superficie marina ma poi tendono ad attenuarsi una volta raggiunta la terraferma.
Oltre ai Medicanes sono stati documentati sistemi convettivi che non presentano un occhio ma che hanno sembianze di tempeste o depressioni simil tropicali.
A causa dell'elevato numero di abitanti che popolano la costa, i Medicanes hanno un potenziale molto pericoloso per cui, una migliore conoscenza di questi vortici, è necessaria per poter ridurre gli impatti sociali.
Anche se un fenomeno raro sul Mediterraneo, essi devono essere monitorati e non trascurati al fine di prevedere i pericolosi effetti.
I danni causati, alla fine, possono diventare simili.

Fonte 3BMeteo

Previsioni a cura di 3BMETEO

Altre notizie







Previsioni a cura di 3BMETEO

Spiagge Italiane

località balnearemareuv
Portofinopoco mosso9
Forte dei marmipoco mosso9
Porto Cervopoco mosso9
Fregenepoco mosso10
Gallipolimosso10
Cefalu'mosso10
Stintinopoco mosso9
Tropeamosso10
Bollettino mare completo

Estremi Meteo